Legge di Attrazione: 1 – Per cominciare

11.01.2014 21:51

potere della menteNormalmente le persone si avvicinano alla legge di attrazione quando si trovano in un momento difficile della loro esistenza.

Le difficoltà in cui si dibattono le spingono a cercare nuove soluzioni ai problemi di sempre. In genere è la presa di consapevolezza che ci ritroviamo sempre di fronte agli stessi problemi che ci spinge verso nuove direzioni. Fino a quando non ce ne accorgiamo, pensiamo sempre di superare le nostre difficoltà intervenendo nel mondo esterno con le nostre azioni. Ad un certo punto della vita ci accorgiamo che così facendo non facciamo che complicare la situazione; allora cominciamo a chiederci che cos'è che non va nella nostra vita o in noi. Quando finalmente rivolgiamo lo sguardo all'interno di noi stessi, ecco che cominciano ad arrivarci, per una serie di inaspettate coincidenze, le intuizioni e le risposte che cercavamo. Si direbbe che abbiamo fatto un salto di consapevolezza. Ma questo è semplicemente il punto di partenza. Da qui a risolvere i problemi e a mettere ordine nella nostra vita ce ne vuole.

 

Ad un certo punto, in un modo o nell'altro, entriamo in contatto con la Legge di Attrazione. Forse ce ne ha parlato un amico, forse abbiamo letto qualcosa su internet o semplicemente siamo stati attratti dalla copertina di un libro in libreria. 

Ci buttiamo sull'argomento con grande entusiasmo, sicuri di avere scoperto il metodo che risolverà tutti i nostri problemi e ci farà vivere finalmente quella vita meravigliosa che abbiamo sempre sognato.

Scriviamo la bella lista dei nostri desideri, cominciamo a visualizzare e a meditare, a recitare mantra e affermazioni, a pensare positivo.

 

Dopo qualche tempo, ci ritroviamo al punto di partenza. Non abbiamo concluso granché, la nostra vita non è andata avanti neanche di un po', anzi a volte ci ritroviamo peggio di prima. Ci assale allora un senso di frustrazione, di scoraggiamento e di delusione. Ecco che allora pensiamo: ma sta legge di attrazione è proprio una bufala!

Infine, visto che abbiamo acquisito la vaga consapevolezza che siamo responsabili di tutto quello che ci accade, cominciamo a chiederci: dove abbiamo sbagliato? La legge di attrazione funziona o non funziona? E se funziona, perché con me non ha funzionato?

 

Sono domande che ci siamo posti tutti quando abbiamo cominciato ad accettare l'idea di essere noi stessi gli artefici della nostra realtà. 

 

Domande solo apparentemente scontate, perché è da come rispondiamo ad esse che ci apprestiamo a forgiare il nostro destino. Possiamo, infatti, rifiutare in blocco la legge dell'attrazione, la nuova consapevolezza acquisita, continuando così ad agire sempre allo stesso modo e ritrovarci, dunque, ad affrontare gli stessi problemi di sempre; oppure possiamo, al contrario, cercare di rispondere quanto più onestamente possibile a queste domande e cercare di fare un ulteriore passo avanti nella comprensione della vita e di tutto quanto ci circonda. 

 

mondo nelle maniCominciamo quindi col cercare di fare un po' di chiarezza. 

 

La legge dell'attrazione non è sicuramente la rivelazione del secolo. Naturalmente, come legge è sempre esistita. La sua conoscenza si perde nei millenni. In un modo o nell'altro, con parole ed espressioni diverse, ne parlano tutte le culture e le filosofie spiritualiste. Ne possiamo trovare traccia nelle diverse culture sciamaniche, nella tradizione giudaico-cristiana, nello yoga, nel taoismo, nell'induismo, e in diverse altre tradizioni spirituali. Niente di nuovo, quindi, sotto il sole. 

 

È allora una bufala?  Chi non è riuscito ad ottenere niente mettendo in atto la legge di attrazione, sarà certamente portato a rispondere affermativamente a questa domanda. Ma è proprio così? 

 

Intanto dobbiamo precisare che la legge di attrazione non è l'unico elemento in gioco nel processo creativo. È importante capire questo perché altrimenti si rischia di perdere l'insieme, concentrandosi troppo su di uno solo degli elementi. Molto schematicamente possiamo dire che il processo creativo consta di diverse fasi:

 

•        Ideazione o definizione degli obiettivi e desideri

•        Visualizzazione dell'obiettivo come già raggiunto

•        Aspettativa fiduciosa e distaccata

•        Mantenimento del focus per il tempo necessario

•        Attrazione e manifestazione del desiderio

•        Godimento ed esperienza della manifestazione

•        Gratitudine

 

Questo è solo uno schema orientativo.

Parlerò in seguito in maniera molto approfondita delle varie fasi del processo creativo.

 

Come si vede da questo piccolo schema riassuntivo, la legge di attrazione entra in gioco solo in una seconda fase del processo creativo. Attribuire ad essa tutto il potere di manifestare la nostra realtà è un errore nel quale molti incorrono e che è foriero di tante disillusioni. Per ottenere la piena manifestazione di un nostro obiettivo o desiderio è necessario dunque rispettare tutte le varie fasi del processo creativo e non limitarsi ad esprimere vagamente un desiderio lasciando tutto alla legge di attrazione. Solo i Maestri sono in grado di fare questo e di manifestare all'istante. Le persone normali sono costrette a ricorrere ad un processo più complesso, che richiede un minimo di concentrazione e di sforzo. 

 

È evidente, quindi, come il processo creativo risulti di non facile applicazione specialmente per chi si trova alle prime armi o per chi vive una situazione molto difficile. 

 

donna frustrataI neofiti, cioè quelli che si cimentano per la prima volta in una nuova tecnica o processo, si lasciano facilmente trascinare dall'entusiasmo, per poi abbandonare subito dopo non vedendo risultati concreti. Molti autori hanno presentato la legge di attrazione in modo molto semplicistico inducendo i più a credere che il processo creativo sia facile. Così non è. E necessaria una costante applicazione e una conoscenza approfondita di tutte le leggi che governano l'universo.  Per non parlare del fattore tempo. In genere occorre un certo lasso di tempo, che può variare considerevolmente da persona a persona, per veder manifestati i propri desideri e molti, semplicemente, non hanno la pazienza di aspettare.

 

Anche chi si trova a vivere una difficile situazione troverà da principio molto difficoltoso ottenere risultati con la legge di attrazione. Il fatto è molto semplice: tramite questa legge si attirano a sé gli eventi corrispondenti allo stato mentale predominante. Chi si trova in difficoltà, in genere, non fa altro che rimuginare di continuo i propri guai e in tal modo non fa che attirarne altri. Gli verrà molto difficile, in questa fase della sua vita, passare dai pensieri negativi a pensieri non tanto positivi ma appena appena migliori. Ecco perché essi hanno l'impressione che la legge di attrazione non funzioni. In realtà, sta funzionando perfettamente, attraendo l'essenza dei loro pensieri negativi. Uscire fuori da questa situazione non è molto facile ma non è neanche impossibile. In questo caso occorre individuare i programmi negativi radicati nel subconscio e cercare di eliminarli con le tecniche appropriate; di questo parleremo successivamente.

 

Un altro motivo per cui la legge di attrazione sembra non funzionare è che nel nostro profondo non ci crediamo. Siccome l'Universo risponde a tutte le nostre aspettative, attrarremo a noi eventi e situazioni che sembreranno confutare l'esistenza della legge di attrazione. Ognuno di noi è quello che pensa. Se pensate che non esiste, per voi non esisterà. Non esisterà, cioè, per la vostra mente, ma sarà sempre in azione attraendo a voi cose, persone ed eventi conformi ai vostri pensieri ed alle vostre aspettative.

 

Se non siete ancora convinti dell’esistenza della legge di attrazione, fate un piccolo esperimento: osservate attentamente la vostra vita passata e poi tutto quello che vi sta intorno. Se lo fate con cura scrupolosa e con un certo distacco, troverete le prove inconfutabili dell'esistenza della legge di attrazione, in quanto vi accorgete che la vostra vita passata e presente è il risultato di tutti i vostri pensieri e delle vostre convinzioni.

 

La legge di attrazione, per concludere, è universale, nel senso che funziona in ogni tempo e in ogni luogo, e assoluta, nel senso che funziona sempre, che ci crediate o no.

 

Legge di Attrazione

Legge di attrazione: 2 - Come funziona?

09.02.2014 18:53
Come funziona la legge di attrazione?   Una spiegazione semplice, chiara ed esaustiva del funzionamento della legge di attrazione. Relazione tra...

Legge di Attrazione: 1 – Per cominciare

11.01.2014 21:51
Normalmente le persone si avvicinano alla legge di attrazione quando si trovano in un momento difficile della loro esistenza. Le difficoltà in cui si...

Legge di Attrazione: premessa

06.11.2013 19:28
Dopo il successo editoriale di "The Secret", la Legge di Attrazione è diventata un argomento di discussione e di polemiche infinite. Infatti, tutti...