Ti sei lasciato coinvolgere...? Allora sei fregato!

29.06.2013 07:13

crisi globale

Ieri il tuo capo vi ha convocati tutti quanti nella sala delle riunioni e ha sfogato su di voi i suoi umori più tetri. C'è la crisi, bisogna essere più efficienti e produrre di più! I lavativi saranno licenziati, gli assenteisti e i ritardatari avranno una decurtazione dello stipendio e, se andrà avanti così, presto si ritroveranno sulla strada.

La tua donna (o il tuo uomo) ti ha fatto una gran tiritera, ti ha accusato di essere assente e per i fatti tuoi… Ti ha fatto sentire tremendamente in colpa per quella commissione che ti sei dimenticato. I tuoi figli litigano e gridano continuamente, sono capricciosi e vogliono sempre più attenzione e giocattoli. Il tuo amico si sta dimostrando proprio uno stronzo: non rispetta mai gli impegni e ti rimprovera, per giunta, per ogni cosa che fai.

C'è la crisi: bisogna risparmiare, privarsi del superfluo, non comprare quella cosa che ti piace da tanto e per la quale hai messo da parte giusto quanto basta… (E meno male che il lavoro tu ce l'hai!)  Ma con la maledetta crisi che c'è, non si sa mai, è meglio metterli da parte per qualche eventualità straordinaria.

Cominci a diventare irritabile, triste e depresso.

Ecco: ci sei cascato! Ti sei fatto intrappolare come un allocco!

Le persone intorno a te subiscono la pressione della persuasione di massa e scaricano su di te le loro apprensioni e le loro paure. E tu che hai passato anni ad evolverti ed espandere la tua consapevolezza, per essere sempre presente nel qui e ora e assumere il controllo della tua vita… Beh, tutto questo sembra che sia servito a ben poco. Ci sei cascato ancora una volta!

Ti sei dimenticato ancora una volta che entra nella tua vita solo quello che tu accetti e permetti che ne faccia parte. Ti sei dimenticato ancora una volta che devi mantenerti distaccato da tutto quello che succede intorno a te e alle persone che ti stanno vicino. Ti sei fatto coinvolgere dalle loro stupide paure e sei entrato nel loro campo energetico. Ci sei cascato e, quel che è peggio, non te ne stai rendendo neanche conto.

E dire che lo sapevi che la forza di attrazione dei campi energetici negativi è forte e che bisogna stare sempre all'erta!

Adesso te ne starai a rotolarti nella tua merda per ore, forse anche per giorni, fino a quando non ti succederà qualcosa che, come un pugno sul naso, ti richiamerà a te stesso.

Allora ti renderai conto che ti sei trovato dentro un incubo, uno stupido e inutile incubo.

Basta svegliarsi. Basta svegliarsi per ritrovarsi i di nuovo padrone di se stesso e della propria vita.

Certo non puoi mandare a quel paese il tuo capo, la tua donna, i tuoi figli, i tuoi amici. Ma puoi mandare a benissimo a quel paese tutte le loro stupide apprensioni, i loro sfoghi e il loro veleno emozionale.

parlare da soliOrmai sai come fare: stattene per un po' lontano da tutti, rilassati, ritrova il contatto intimo con te stesso. Lascia andare ogni paura e ogni preoccupazione.

Dopotutto tu stai facendo bene il tuo lavoro, stai trattando bene gli altri nonostante quello che ti dicono, stai accudendo con amorevole cura i tuoi bambini e ti stai prendendo le responsabilità delle tue amicizie. Non c'è niente che tu possa fare e debba fare di più. Lascia che gli altri si godano le loro miserie quotidiane.

Tu sei di un altro mondo. Tu appartieni solo a te stesso e solo da te stesso dipende la tua realtà. Quando non resti invischiato nelle cose degli altri allora la tua vita diventa bella, piena di allegria e di meraviglia. Ecco, è così che deve essere, è così che ti devi mantenere. E quando gli altri cercheranno di risucchiarti nelle loro storie, semplicemente lasciali fare: non ti appartengono, non sono cose tue. A te interessa altro!

 

Lascia un commento   Iscriviti alla newsletter   Regalami un sorriso